Alexandria – Villaggio di Eruyt

Home Forum Vecchio -Survival- Grande registro delle città Alexandria – Villaggio di Eruyt

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  MrJhon 2 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #855

    MrJhon
    Amministratore del forum

    “Viviamo non per dimenticarci del passato, ma per imparare da esso.” – Eve

    Storia:
    Il Villaggio di Eruyt è un piccolo villaggio contadino circondato da campi di grano.

    Addormentato nel Regno di Alexandria, si trova a nord-ovest del Castello di Andorhal.

    In queste lande calde e soleggiate il tempo trascorre lentamente, la vita avanza boccheggiando e le notti trascorrono tra i tarassaco che disperdono la loro sfera piumosa al soffio del vento ed i quarti di luna che si riflettono chiari nelle vicine pozze d’acqua.

    Il Villaggio di Eruyt è formato da poche casette disposte a cerchio affinché proteggano con le loro stessa mura il piccolo centro del borgo: l’ingresso è uno soltanto ed è composto da un grosso portone in legno ormai segnato dal tempo e dalla polvere.
    La comunità è formata da pochi contadini: la ricchezza è la qualità del lavoro, la durezza dei calli pronunciati dalla fatica, l’oro del grano ed il comune senso di accoglienza e tranquillità: pochi sono i viandanti che fanno una sosta in questo piccolo villaggio, ma quei pochi si portano via spesso un sorriso di semplicità.

    Fu proprio questa caratteristica ad attirare l’attenzione di uno di questi, Auden, ad incuriosirlo ed a far sì che prendesse qui dimora: egli era una figura proveniente da terre lontane, raccontava di ruoli importanti, di enormi costruzioni, alleanze e macchine a vapore.

    Nulla di questo, però, riviveva nel villaggio: in fondo, qui, i cuori sono sobri ed i pensieri modesti, la penna accompagna la carta ed il buon vino lo si beve alla taverna, nel giorno di festa.

    La vita del villaggio era così, niente di più, nulla di meno che un sorriso caldo.

    Ma un dì tutto si spezzò.

    Ora i ricordi di ciò che avvenne li detiene l’ultimo viandante, Auden, e non ne parla facilmente: ogni volta la sua fronte si incupisce, le sopracciglia si inarcano, il capo si china.

    Qualcosa è successo.
    Qualcosa di grosso è successo.

    Ed in quel qualcosa vi è il buio, una stretta al cuore ed un lacerare di sentimenti.

    Regolamento:

    • Il Villaggio di Eruyt vive della propria semplicità: non vi sono farm, bensì solo campi di grano, simbolo della vita, e campi di fiori, simbolo dei sorrisi e della gioventù andata
    • Il principio base del Villaggio di Eruyt è l’accoglienza ed il sorriso: non vi è molto da offrire, ma l’amicizia è un bene impagabile
    • Vige il massimo rispetto per i viandanti e gli stranieri tutti: il voi per loro deve essere sempre, il tu lo si dà solo qualora questi lo richiedessero. “I prossimi vengono sempre prima di voi stessi”, questo è un principio al quale Auden tiene molto.
    • Non ci sono regole ulteriori: la semplicità comanda i cuori, fate del bene al prossimo e non dimenticatevi dell’umiltà della terra

    Attualmente il Villaggio di Eruyt sta venendo lentamente ricostruito, ma un letto di paglia lo si trova sempre.

    In futuro, nel mio prossimo viaggio, porterò qui delle mappe e pittogrammi affinché possiate vederlo e non solo immaginarlo.

    – un viandante.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.